Eurovision Song Contest 1970

Logo ESC 1970

Logo ESC 1970

Data: sabato 12 marzo 1970

Luogo: RAI Congrescentrum, Amsterdam

Televisione: NOS

Presentatori: Willy Dobbe

Participanti: 12 paesi

Interval Act: Don de Lurio Dancers

Votazione: dieci giurati per ogni paese hanno a disposizione dieci punti da dividere fra le loro canzoni preferite. Viene introdotto un sistema di spareggio in caso di parità.

Vincitore: Irlanda – Dana

Lo show

In disaccordo col risultato e col sistema di voto usato l’anno prima, Finlandia, Norvegia, Portogallo e Svezia decisero di non prendere parte al “Gran Premio” del 1970, riducendo il numero di partecipanti a dodici.

All’inizio il futuro della manifestazione fu incerto proprio a causa del fatto che quattro paesi vinsero il concorso precedente, ma poi si decise di estrarre a sorte, fra i quattro vincitori, il paese che avrebbe organizzato il “Gran Premio dell’Eurovisione”. I Paesi Bassi vinsero e ospitarono il concorso, facendo un ottimo lavoro.

Fu introdotta una nuova regola nel sistema di voto per evitare possibili spareggi. Se due o più canzoni avessero ricevuto lo stesso numero di voti, queste sarebbero state immediatamente eseguite ancora una volta e tutte le giurie, tranne quelle dei paesi in questione, avrebbero votato per alzata di mano quella che preferivano. Nell’evento improbabile di un ulteriore pari merito in cui il voto non avrebbe potuto scegliere fra due canzoni, solo, e solo in questo caso, il concorso sarebbe stato vinto dai due paesi.

Durante le prove generali la scenografia crollò, ma durante la diretta tutto si svolse nel migliore dei modi.

Tutte le esibizioni furono introdotte da un breve filmato girato nei paesi d’origine dei cantanti; la cartolina eurovisiva era nata.

La cantante Dana, rappresentante dell’Irlanda, vinse il “Gran Premio” con All kinds of everything. Altre stelle di quell’edizione furono David Alexandre Winter, all’ottavo posto con Je suis tombé du ciel, per il Lussemburgo; Julio Iglesias, al quarto posto con Gwendolyne” rappresentante della Spagna; Henri Dès, a pari merito con la Spagna al quarto posto con Retour, per la Svizzera; Mary Hopkin, al secondo posto con Knock, knock (Who’s there?) per il Regno Unito e Katja Ebstein, che si classificò al terzo posto con Wunder gibt es immer wieder, per la Germania.

[note color=”#efefef”]L’Italia è rappresentata da Gianni Morandi col brano Occhi di ragazza: il famoso brano, però si piazzò solo all’ottavo posto.[/note]

Risultati

ORDINEPAESEINTERPRETETITOLOPUNTEGGIOPOSIZIONE
1Paesi BassiPaesi BassiThe Hearts of SoulWaterman77
2SvizzeraSvizzeraHenry DèsRetour84
3ItaliaItaliaGianni MorandiOcchi di ragazza58
4IugoslaviaIugoslaviaEva SršenPridi, dala ti bom cvet411
5BelgioBelgioJean ValléeViens l'oublier58
6FranciaFranciaGuy BonnetMarie-Blanche84
7Regno UnitoRegno UnitoMary HopkinKnock, knock, who's there?262
8LussemburgoLussemburgoDavid Alexandre WinterJe suis tombé du ciel012
9SpagnaSpagnaJulio IglesiasGwendolyne84
10MonacoMonacoDominique DussaultMarlène58
11GermaniaGermaniaKatja EbsteinWunder gibt es immer wieder123
12IrlandaIrlandaDanaAll kinds of everything321

Galleria fotografica

Video