Eurovision Song Contest 1974

Logo ESC 1974

Logo ESC 1974

Data: sabato 6 aprile 1974

Luogo: The Dome, Brighton

Televisione: BBC

Presentatori: Katie Boyle

Participanti: 17 paesi

Interval Act: The Wombles

Votazione: dieci giurati per ogni paese hanno a disposizione dieci punti da dividere fra le loro canzoni preferite

Vincitore: Svezia – ABBA

Lo show

Nel 1974 la Grecia si unì al concorso, mentre la Francia si dovette ritirare alcuni giorni prima a causa della morte del Presidente Georges Pompidou; la canzone La vie a vingt-cinq ans, interpretata da Dany non fu mai eseguita. Ciò portò il numero di partecipanti a 17.

La BBC ospitò il concorso per la seconda volta in tre anni perché la RTL non volle organizzare il concorso due anni di seguito.

Le regole sulle giurie furono cambiate per portare il numero dei giurati di nuovo a 10 per ogni paese. Per le giurie nazionali fu introdotta una regola che dichiarava che era preferibile fossero formato da un numero uguale di uomini e di donne, fra i quali cinque membri oltre 25 anni e cinque al di sotto; l’età doveva essere compresa fra un minimo di 16 anni ed un massimo di 60, con 10 anni di scarto fra le due gamme di età. Furono assegnati cinque punti per canzone e poterono assegnare da 1 a 5 voti per ogni brano.

La canzone portoghese E depois do adeus passò alla storia come l’unica canzone ad aver lanciato una rivoluzione. Fu infatti utilizzata come segnale d’inizio del colpo di stato militare che rovesciò la dittatura portoghese nota come la rivoluzione dei garofani.

La Svezia vinse il “Gran Premio” quell’anno con il brano Waterloo, eseguito dagli ABBA, che è diventato il gruppo più popolare in tutta la storia del concorso.

Fra gli altri, parteciparono artisti ben noti come Mouth & MacNeal, rappresentanti dei Paesi Bassi, che si classificarono al terzo posto con I see a star, Olivia Newton-John che rappresentò il Regno Unito, al quarto posto con Long live love, e Tina Reynolds, rappresentante dell’Irlanda, al settimo posto  con Cross your heart.

[note color=”#efefef”]Per noi c’è Gigliola Cinquetti, che torna all’Eurofestival classificandosi seconda, dopo averlo vinto nel 1964 con Non ho l’età, Il brano di quest’anno si intitola  e proprio a causa del titolo della canzone, quell’anno la RAI non manda in onda in diretta il concorso perché il paese, a maggio, sarebbe stato chiamato a scegliere sul divorzio. Il timore  è che il brano potesse influenzare l’opinione pubblica.

Piccola curiosità: fra le coriste troviamo Silvia Annichiarico, che sarebbe poi diventata molto nota negli anni ’80 grazie alla partecipazione al famoso programma Quelli della notte di Renzo Arbore.[/note]

Risultati

ORDINEPAESEINTERPRETETITOLOPUNTEGGIOPOSIZIONE
1FinlandiaFinlandiaCarita HolmströmKeep me warm413
2Regno UnitoRegno UnitoOlivia Newton-JohnLong live love144
3SpagnaSpagnaPeretCanta y sé feliz109
4NorvegiaNorvegiaAnne-Karine StrømThe first day of love314
5GreciaGreciaMarinella/ΜαρινέλλαKrasi, thalasa ke t' agori mu/Κρασί, θάλασσα και τ' αγόρι μου711
6IsraeleIsraeleKaveret/כוורתNatati la chaiai/נתתי לה חיי117
7IugoslaviaIugoslaviaKorniGeneracija '42 (Moja generacija)612
8SveziaSveziaAbbaWaterloo241
9LussemburgoLussemburgoIreen SheerBye, bye I love you144
10MonacoMonacoRomuald FiguierCelui qui reste et celui qui s'en va144
11BelgioBelgioJacques HustinFleur de liberté109
12Paesi BassiPaesi BassiBig Mouth & Maggie MacNealI see a star153
13IrlandaIrlandaTina ReynoldsCross your heart117
14GermaniaGermaniaCindy & Bert BergerDie Sommermelodie314
15SvizzeraSvizzeraPiera MartellMein Ruf nach Dir314
16PortogalloPortogalloPaulo de CarvalhoE depois do adeus314
17ItaliaItaliaGigliola Cinquetti182

Galleria fotografica

Video