Si è conclusa da pochi minuti la seconda prova di Ermal Meta e Fabrizio Moro che con Non mi avete fatto niente rappresenteranno l’Italia nella Finale dell’Eurovision Song Contest 2018.

Diversamente dalla prima prova, oggi Ermal e Fabrizio hanno provato in diversi momenti della canzone a cantare insieme. Un’intera frase o qualche parola o una parola sola, e funziona veramente bene. Soprattutto la singola parola, cantata insieme, quando c’è un momento da sottolineare nella canzone.

Poter vedere la prova in arena, poi, permette di apprezzare meglio in che modo i nostri cantanti si muovono sulla scena: Fabrizio Moro, per esempio, sa sottolineare in maniera adeguata le frasi del ritornello camminando sul pezzo di palco che sta davanti al Golden Circle.

Muovere le mani, indicare con il dito, alzare il braccio al cielo. E alla fine della canzone, se decideranno di fare così, Ermal passa un braccio sulla spalla di Fabrizio.

Per il resto l’illuminazione e i sottotitoli hanno funzionato bene come l’altra volta.

Continuiamo a lavorare per ottenere il miglior risultato possibile, convinti dell’importanza del nostro messaggio. Ottima prova comunque, complimenti.

Comments

comments