In questi giorni abbiamo incontrato Ermal Meta e Fabrizio Moro nel loro Hotel di Lisbona. Questa sera difenderanno i colori italiani con Non mi avete fatto niente, nella Finale dell’Eurovision Song Contest 2018 che andrà in onda su RAI 1 alle 20.35.

“Ero molto fiducioso nella collaborazione con Ermal Meta, ma non pensavamo certo di vincere Sanremo e di portare il messaggio qui a Lisbona, in tutto il mondo”, afferma Fabrizio Moro all’inizio della nostra chiacchierata.

Rispetto all’esibizione con le frasi in overlay sullo schermo, Fabrizio afferma: “Nel ridurre la canzone a tre minuti eravamo sicuri di non voler tagliare il testo per l’importanza del messaggio. Non so se sarà una scelta vincente, ma vogliamo far capire a chi ci ascolterà quello che vogliamo dire.”

Anche la Francia presenta in gara un brano dalla tematica e dal testo importante, cantato in francese e non tradotto. Al riguardo Ermal Meta afferma: “La canzone francese è molto bella e il tema a sfondo sociale la avvicina al pubblico”.

E rispetto alla collaborazione con Fabrizio Moro, Ermal continua: “La nostra collaborazione non termina qui e abbiamo voglia di continuare a lavorare insieme. Siamo diversi, ma affini e quando si fa musica assieme la cosa importante è condividere musica e penna”.

“Essere all’Eurovision è bellissimo. È fantastico incontrare artisti diversi perché è stimolante conoscere culture diverse ed è importante per un artista come me trovare nuove illuminazioni nel proprio percorso.” Afferma Moro e gli fa eco anche Ermal: “Confrontarsi con persone di altre culture, ti arrivano dei punti di vista differenti che in genere fai fatica a considerare”.

Vi lasciamo all’intervista completa.

Comments

comments