Il prossimo quattro aprile si terrà ad Amsterdam la nuova edizione dell’Eurovision in Concert. Con l’annuncio di Rotterdam come città ospite del sessantacinquesimo Eurovision Song Contest, la stagione eurofestivaliera 2020 è di fatto iniziata.

La conferma del principale evento live pre-ESC nello stesso paese rende ancor più interessante e attrattiva l’imminente edizione. L’Eurovision in Concert ha compito dieci anni nel 2018 e nasce come “promo event”, come “anticipazione”, come “vetrina” per alcuni dei partecipanti all’ESC stesso. Fino al 2017, l’evento si è tenuto nel centralissimo Melkweg, che è insieme sala concerti e centro culturale, per poi spostarsi all’AFAS Live, nota anche come Heineken Music Hall: una sala concerti con capienza maggiore, situata nella zona sud-est della capitale olandese, nei pressi della Amsterdam Arena.

L’organizzazione dell’evento prevede anche un pre-event, un preparty, la sera prima del concerto, e un afterparty.

Divenuto ormai una vera e propria “tradizione” per molti fans dell’ESC, l’Eurovision in Concert è sempre accompagnato da un’esclusiva press Conference a cui sono ammessi giornalisti specializzati, addetti ai lavori, rappresentanti di club ufficiali ESC che incontrano gli artisti dei paesi partecipanti e le loro delegazioni. Per alcuni anni questa press conference si è tenuta nella stupenda cornice del Vondel Park di Amsterdam, in un elegante edificio denominato Vondelparkpaviljoen (ora VondelCS), di proprietà dell’emittente olandese AVROTROS. Dal 2018 la press Conference si tiene in una sala all’interno dell’AFAS Live.

L’Eurovision in Concert é stato presentato per molte edizioni da Cornald Maas, famoso conduttore TV dei Paesi Bassi, volto noto ai fans e agli spettatori della kermesse come spokesperson dei Paesi Bassi nel 2013. Nel suo ruolo di presentatore dell’EiC, Maas è stato spesso accompagnato da artisti dell’Eurovision, tra cui quali citiamo: Edsilia Romblay (Paesi Bassi 1998 e 2007), Selma (Islanda 1999 e 2005), Marlayne (Paesi Bassi 1999), Hera Björk (Islanda 2010). Marlayne ha condotto anche l’edizione del 2013 con Linda Wagenmakers (Paesi Bassi 2000), edizione che ha visto il “debutto” dell’Italia con Marco Mengoni.

La delegazione italiana ha partecipato anche nel 2016 con Francesca Michielin e nel 2017 con Francesco Gabbani. Quest’ultimo è stato l’artista più acclamato e ricercato di quell’anno.

Nelle varie edizioni si sono esibite anche altre stelle eurovisive: da Dana International a Nicole, da Justine Palmelay a Sieneke, da Sandra Kim alle Bobbysocks, dalle Frizzle Sizzle a Carola.

Ciascuna edizione si è basata su un’organizzazione eccellente e molto curata, contribuendo significativamente alla conoscenza e alla diffusione di un evento notevole a livello mondiale, sul piano artistico e umano.

FOTO: eurovisioninconcert.nl

Comments

comments