La BBC ha reso pubblici i dettagli per la presentazione delle domande da parte delle città che vorranno candidarsi ad ospitare l’Eurovision Song Contest 2023.

La procedura si svolgerà in due fasi: nella prima le città interessate dovranno inviare la propria candidatura. Nella seconda fase, Dopo aver ricevuto tutte le candidature, la BBC e l’European Broadcasting Union (EBU) stileranno una lista ristretta di potenziali città che soddisferanno i requisiti necessari per ospitare l’evento. Da questa shortlist, verrà selezionata la città ospitante dell’Eurovision Song Contest 2023, che dovrebbe essere rivelata in autunno.

Le indicazioni dettagliate fornite dalla BBC sono le seguenti:

  • Tutte le autorità locali interessate a diventare città ospitante possono inviare un’e-mail a esc.hostcity@bbc.co.uk.
  • Non è previsto alcun costo per la presentazione di una candidatura. Spetta alle città decidere se sostenere o meno i costi per la candidatura.
  • La selezione della città ospitante dell’Eurovision Song Contest 2023 sarà determinata dalla BBC e dall’EBU.
  • Si tratta di un processo in due fasi e, per essere presi in considerazione, i potenziali candidati devono soddisfare una serie di standard minimi che dimostrino di avere la capacità, l’abilità e l’esperienza per ospitare un evento di questa portata e complessità.
  • La decisione finale sulla selezione della città ospitante si baserà sulla capacità di una città o di una regione di soddisfare i requisiti della BBC e dell’EBU, sulla disponibilità di risorse e sull’esperienza generale nell’ospitare un evento grande e complesso come l’Eurovision Song Contest. Per esempio, l’anno scorso il criterio della città ospitante dell’EBU si basava sull’offerta di una sede in grado di ospitare almeno 10.000 spettatori (oltre a un centro stampa), che fosse facilmente raggiungibile da un aeroporto internazionale e che disponesse di un’ampia ricettività alberghiera.
  • Ci saranno due gironi. Una volta ricevute le candidature, selezioneremo le città in base alla loro capacità di soddisfare i requisiti e alle loro risposte in termini di capacità ed esperienza.
  • Potremmo consultarci con il governo britannico, ma la decisione su chi sarà la città ospitante sarà determinata dalla BBC e dall’EBU.
  • Prevediamo che il processo si concluderà in autunno e a quel punto annunceremo la città ospitante prescelta.

Il procedimento è simile a quello che si svolse lo scorso anno in Italia. In una prima fase furono 17 le città che manifestarono interesse ad ospitare l’Eurovision Song Contest 2022, ma solo 11 inviarono il dossier dettagliato della propria candidatura. Con un’ulteriore scrematura si giunse a 5 città tra le quali fu scelta Torino.

I requisiti per ospitare l’Eurovision Song Contest

Di seguito alcuni dei criteri fissi, stabiliti dall’EBU, che le città candidate devono obbligatoriamente possedere:

  • Un aeroporto internazionale a non più di 90 minuti dalla città.
  • Oltre 2 000 camere d’albergo nella zona vicina all’evento.
  • Un’infrastruttura (stadio/sede/centro) coperta in grado di ospitare tra 8.000 e 10.000 spettatori.
  • Infrastrutture per la sicurezza, un centro stampa per 1.000 giornalisti, un’area per le delegazioni che includa i camerini, strutture per il personale ed uffici, un’area per l’hospitality, servizi per il pubblico come toilette e punti per la vendita di cibo e bevande ecc.