Ha trionfato a sorpresa sabato scorso nella finale dell’Uuden Musiikin Kilpailu, la selezione nazionale finlandese, conquistando così l’opportunità di rappresentare la nazione nordica all’Eurovision Song Contest 2020. Lui è Aksel Kankaanranta, noto anche semplicemente come Aksel, e il brano che presenterà in concorso a Rotterdam è “Looking back“. Una carriera partita appena tre anni fa, grazie alla finale raggiunta a The Voice of Finland, e che lo vede pubblicare oggi finalmente il suo primo singolo da solista.

Ci siamo fatti raccontare da lui la sua carriera, e come si sta preparando all’importante appuntamento in maggio.

Ciao Aksel, benvenuto su Eurofestival Italia. Parliamo subito della tua canzone in gara, “Looking back”, spiegaci il suo significato.

La canzone parla principalmente di quanto corriamo in questa vita, ma dovremmo fermarci per un momento ad assaporare le piccole cose che spesso non notiamo. È un mix tra una canzone d’amore e sofferenza.

Quando hai scoperto l’Eurovision per la prima volta? Qual è il tuo brano preferito?

Guardavo l’Eurovision Song Contest ogni anno sin da quando ero un bambino, e la mia canzone preferita di sempre è “Fairytale” di Alexander Rybak. Amo i violini che ci sono all’interno.

Qual è invece il tuo brano preferito che ha rappresentato la Finlandia al contest, al di là del tuo pezzo?

La mia canzone finlandese preferita è “Da Da Dam” di Paradise Oskar.

Hai ottenuto popolarità partecipando all’edizione 2017 di The Voice of Finland. Qual è il ricordo più bello che hai di quella esperienza?

Direi tutto, dalla crew agli artisti. È stata una fantastica esperienza.

AkselNon c’è solo pop nella tua musica. La canzone che ti ha portato alla vetta delle classifiche finlandesi è stata una collaborazione con il rapper Pyhimys. Qual è il tuo genere musicale preferito?

Ascolto di tutto, dalla musica classica al rock, non ho un genere preferito in particolare, le mie playlist cambiano abbastanza spesso.

Qual è l’album che più di tutti ha plasmato la tua personalità artistica?

“A rush of blood to the head” dei Coldplay.

Qual è stato il tuo primo pensiero una volta vinto l’UMK 2020?

Beh, ero sotto choc. Non me lo aspettavo assolutamente ed è stata una completa sorpresa. Le prime a farmi le loro congratulazioni sono state le F3M.

Cosa stai preparando per il tuo staging in maggio?

Lo vedremo, forse un paio di novità, ma niente di troppo eccentrico.

Stai lavorando a un album attualmente?

Ho scritto canzoni in continuazione. Creare un mio album è un sogno che coltivo sin da quando ho iniziato a cantare.

Grazie mille per la tua disponibilità Aksel, ti auguriamo il meglio per questa esperienza. Vuoi lanciare un messaggio al pubblico italiano dell’Eurovision Song Contest?

Grazie in anticipo. Vi invito a vivere il momento, o almeno provateci. Abbiamo una grande estate davanti a noi.

Comments

comments